Google Business usato da un'attività locale

Google Business Profile: come funziona e quali sono i suoi vantaggi

Google Business Profile (ex Google My Business) è uno strumento gratuito che Google mette a disposizione di tutte le attività locali ma non solo (basta aprire un account e verificare la propria attività)

Permette, dunque, a ogni realtà territoriale di apparire in posizioni privilegiate nel motore di ricerca, ad esempio sulle mappe, dando una forte spinta al branding e alla visibilità di aziende e professionisti, soprattutto locali.

Vediamo più da vicino cos’è, come funziona e quali sono i suoi vantaggi.

Come funziona Google Business Profile

Google Business Profile ti permette di creare una scheda dell’attività, un profilo digitale in cui raccogliere informazioni e materiale per mostrare al pubblico di Google cosa offri, dove ti trovi e tanto altro.

Si tratta di tutto quello che un utente può vedere nella colonna di destra della schermata quando effettua ricerche sul motore di Google.

La scheda di GBP non va a sostituire né il sito web né le pagine social. Tanto meno, non può essere considerata una sostituzione dei profili su TripAdvisor e Yelp.

Più che altro lo strumento va inteso come un’integrazione al sito e alle pagine social.

Ti permette, infatti, di fornire agli utenti delle informazioni in modo molto rapido e di avere maggiore rilievo su Google, in riferimento a ricerche locali (vale a dire, ricerche più specifiche e relative a uno specifico contesto geografico).

Infatti, GBP è utilissimo per le attività che operano sul territorio e, non a caso, è affine alle strategie di local SEO.

Per creare la tua scheda GBP devi possedere un account Google e seguire i passaggi suggeriti per inserire le prime informazioni di base: Nome, Sede e Categoria dell’attività. Fatto questo, Google deve verificare che la proprietà sia davvero tua. Riceverai, dunque, un codice di verifica (tramite posta, telefono, email o Google Search Console).

Completata la registrazione, dovrai provvedere a creare un profilo funzionale per gli utenti, seguendo ciò che trovi indicato nella Dashboard:

  • Informazioni (orari di apertura, indirizzo, numero di telefono, sito web);
  • Foto (immagine di copertina, foto e video dell’azienda);
  • Prodotti/ Servizi;
  • Recensioni;
  • Messaggi;
  • Post.

In primo luogo, devi inserire le informazioni dettagliate e corrette che riguardano il tuo esercizio. Se possiedi il sito web, non dimenticare di linkarlo. Cura molto bene le fotografie e i video da pubblicare – non pensare nemmeno di non pubblicarne!

Infatti, sia foto sia i video sono attrattivi per gli utenti e vengono valutati in modo positivo dal motore di ricerca, purché siano originali. In altre parole, scordati e immagini di stock o reperite nel web.

Spendi del tempo per presentare i prodotti o i tuoi servizi, mettendo in rilievo non solo le loro qualità, ma soprattutto i benefici che ottengono le persone nel fruirne.

Ricorda che la sezione dedicata alle recensioni è un’arma a doppio taglio.

Un buon punteggio (rating) ti aiuta senza dubbio su più fronti: attira più potenziali clienti e ti rende più visibile sul motore di ricerca.
Ciò vuol dire che i tuoi standard devono effettivamente soddisfare le aspettative: è difficile riprendersi, se il punteggio si abbassa a causa delle recensioni negative e la tua reputazione online peggiora.

Inoltre, è bene che dedichi anche del tempo a stilare una lista di possibili domande che gli utenti ti rivolgerebbero.

Compila, quindi, la sezione Domande e Risposte, così tutti gli utenti di Google hanno già a disposizione un una sorta di vademecum che ti riguarda.
Ciò, ovviamente, non toglie il fatto che possano giungere messaggi ai quali rispondere tempestivamente.

Infine, puoi pubblicare dei Post.

Questo genere di contenuto, sulla scheda di GBP, non è l’equivalente di un post di una pagina di Facebook o LinkedIn. Si tratta, invece, di contenuti effimeri: durano solo 7 giorni. Di conseguenza, si prestano bene a dare visibilità a eventi, offerte, promozioni e news.

Un aspetto interessante di GBP è che ti consente di tenere sotto controllo le statistiche circa l’andamento del profilo.

Puoi conoscere il numero di utenti che lo hanno visualizzato e consultato, quante persone si sono messe in contatto con te proprio attraverso questo canale.

I dati che raccogli, tra l’altro, possono darti ottimi spunti non solo per ottimizzare il profilo, ma anche per perfezionare la strategia SEO per il sito web. Fermo restando, tra l’altro, Google Analytics, strumento che è perfettamente in grado di tracciare le visite al sito web arrivate proprio attraverso la porta di accesso di Google Business Profile.

Google Business Profile: i vantaggi per le attività locali

In un precedente articolo, abbiamo già parlato dei vantaggi di Google Business Profile per le attività locali, per lo meno a grandi linee.

Ricapitolando, il profilo di GBP permette a ogni attività (azienda, esercizio commerciale, fornitori di servizi) di avere un ulteriore spazio attraverso cui interagire con gli utenti di Google e una maggiore “spinta” proprio sul motore di ricerca.

Questo avviene grazie a un’interfaccia funzionale sotto molti aspetti: responsive, quindi adatta alla visualizzazione su dispositivi mobile, e tale da mettere in primo piano le informazioni più utili per gli utenti.

Senza voler sminuire nessuno strumento digitale, possiamo dire che un profilo di Google Business Profile può addirittura accelerare il customer journey e portare alla conversione, cioè spingere gli utenti a compiere un’azione (telefonare, chiedere un appuntamento, una consulenza, prenotare un tavolo, ecc), in tempi più rapidi rispetto a un sito web.

Ciò può accadere perché, su ricerche locali, bisogna essere in grado di fare un buon lavoro di ottimizzazione delle pagine del sito web, per ottenere buoni risultati in termini di posizionamento.

Tanto è, che pari passo alla creazione del profilo Google Business Profile c’è l’inserimento dell’attività in Google Maps. Così, una volta creata la scheda, vieni inserito: nelle mappe, nel local pack (nelle mappe della prima pagina di Google) e nel knowledge local panel (a destra nella prima pagina di Google, per ricerche specifiche).

In particolare, per quel che riguarda la visibilità nel local pack, conta molto un buon rating.

Lo ribadiamo: è importante ottenere recensioni numerose e buone recensioni, perché è così che si ottiene un posizionamento migliore. E, di conseguenza, agli occhi degli utenti di Google il brand si rafforza.

Basta fare un esempio molto semplice.

Se un un utente fa una ricerca piuttosto generica, del tipo “ristorante tipico Roma”, Google presenterà in primo luogo i ristoranti più quotati su TripAdvisor, The Fork e affini; poi, il local pack, dove in genere compaiono le attività con punteggio più elevato e un numero più consistente di recensioni; le attività segnalate possono essere situate in qualsiasi zona della città.
Tuttavia, i risultati mostrati da Google sarebbero molto differenti per una chiave del tipo “ristorante tipico trastevere”, ancora più specifica.

Google Business Profile è uno strumento decisamente funzionale per le attività radicate nel territorio.
Richiede attenzione, ma forse non quanta ne richiedono i social network: funziona bene senza pubblicazioni o interazioni quotidiane, purché si abbiano sotto controllo le recensioni e messaggi.
Foto, video e post non necessitano di un calendario editoriale rigido.

Insomma, GBP possiede alcune caratteristiche delle pagine aziendali social, ma non ha acquisito gli aspetti meno vantaggiosi dei social network. Tra questi, soprattutto non ha derivato il potere di offrire visibilità specialmente attraverso l’advertising.

Lo strumento, infatti, è concepito per premiare le attività virtuose nei risultati organici delle ricerche.

Inoltre, non penalizza i siti web. Infine, è gratuito e la cosa non dispiace a nessuno.

Ed ecco spiegati i vantaggi che GBP offre, dai quali discendono le ottime ragioni per integrarlo, senza troppe titubanze, nella strategia di marketing per ogni attività locale.

Grazie mille di avermi seguito fino alla fine di questo articolo su Google Business Profile e sulla sua importanza in una strategia di Local Marketing

Ora tocca a te.

Se questo articolo ti è piaciuto e l’hai trovato utile puoi condividerlo sui Social.


Se hai bisogno di ulteriori informazioni, di un preventivo o di una consulenza puoi compilare il modulo sottostante o puoi venirmi a trovare sulla mia Pagina Facebook Ufficiale.

Ti aspetto.

Alla prossima – Luciano Cioffi

Cosa posso fare per te e per la tua attività?

Sei il titolare di una Medio/Piccola Attività, un Professionista, un Artigiano o un Commerciante?
Posso aiutarti a trasformare i Social Media in CONCRETE RISORSE partendo dalle TUE REALI ESIGENZE mediante Servizi professionali di Marketing, Comunicazione e Pubblicità sui Social Media

Cosa aspetti? Chiedimi informazioni. Sono a tua disposizione!

Questo sito utilizza alcuni tipi cookies per poterti dare la migliore esperienza di navigazione possibile (personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il traffico). Cliccando Acconsento, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte Privacy.